VENDEMMIA IN EMILIA SIGNIFICA ANCHE… SUGHI D’UVA!

E’ giunto il periodo della vendemmia e qui in Emilia è tradizione ormai preparare i sughi d’uva, questa ricetta ha infatti origini antichissime e veniva preparato dai contadini usando

  • 1L di mosto, ottenuto dalla pigiatura dell’uva, ricco di flavonoidi (potenti antiossidanti) e di vitamina E, in grado di migliorare la circolazione sanguigna, con alto potere diuretico e lassativo, ma ricco di zuccheri (quindi non bisogna abusarne)
  • 125g di farina 0

Secondo la tradizionale ricetta basta setacciare la farina dentro a un tegame e versare pian piano tutto il mosto mescolando il composto con la frusta, in modo che non si formino grumi, fino a formare un liquido denso.
Successivamente si passa alla cottura dei sughi mettendo il tegame sul fuoco, a fiamma medio-alta, portando ad ebollizione senza smettere di mescolare (occorrono una decina di minuti).
A un certo punto, prima di iniziare a bollire, il liquido si addenserà, dovrete quindi abbassare la fiamma e lasciare sobbollire, continuando a mescolare, per alcuni minuti.
Infine versate il composto nelle diverse ciotoline (o in una più grande), lasciatele raffreddare e mettetele in frigorifero.

Ottimi come merenda o come dolce dopo i pasti vi consigliamo caldamente di provare questa specialità emiliana, non ve ne pentirete!

Copyright Sphaera